Fondazione Specchio dei tempi

La Fondazione La Stampa - Specchio dei tempi è sostenuta dalla solidarietà dei lettori del giornale La Stampa e dei cittadini torinesi. Nasce dalla omonima rubrica pubblicata ogni giorno sulle pagine del quotidiano: uno spazio di dialogo, dove confrontarsi, denunciare ingiustizie ma anche chiedere e offrire aiuto. Dal 1955 Specchio dei tempi è il "cuore" de La Stampa: il riferimento per i lettori che vogliono dare una mano a chi si trova in difficoltà.

La onlus ha oltre 70 progetti attivi a Torino, in Italia e nel mondo. Assistiamo gli anziani soli, le famiglie bisognose, i malati, i senzatetto, i bambini e le popolazioni vittime di calamità. Siamo quelli delle scuole dopo i terremoti: dal Nepal al Messico passando per il Centro Italia, ne abbiamo ricostruite 26 a tempo record, dopo le più gravi tragedie degli ultimi trent'anni. Siamo quelli delle Tredicesime dell'Amicizia: ogni Natale, dal 1976, doniamo un assegno agli anziani dimenticati da tutti. Siamo quelli che nelle emergenze intervengono subito, con poche parole e tanti fatti.

Per il Coronavirus siamo in prima linea sin dall'inizio di marzo. Abbiamo raccolto oltre 10 milioni di euro, con quasi 16 mila donazioni, che si sono trasformate immediatamente in progetti concreti. Stiamo sostenendo il sistema sanitario, le scuole, le piccole imprese, gli anziani e le famiglie.

Per proteggere medici, infermieri e soccorritori, abbiamo acquistato e distribuito oltre un milione di dispositivi a 136 realtà del territorio: mascherine, guanti, camici, cuffie, visiere. Per rinforzare le Rianimazioni e i Pronto Soccorso, abbiamo donato 150 apparecchiature e strumenti di avanguardia a 19 ospedali piemontesi. Due tac sono state fornite all'Amedeo di Savoia ed al Martini di Torino. E 38 medici e infermieri sono arrivati da Cuba al Piemonte, grazie a un volo organizzato e finanziato da Specchio: stanno lavorando nel centro Covid delle Ogr di Torino.

Per aiutare gli anziani abbiamo consegnato 5.400 spese gratuite, nelle prime settimane di lockdown. A 1000 famiglie bisognose torinesi abbiamo portato una spesa e nel 2020 ne soccorreremo in tutto 3000, con sostegni economici. Con il progetto "Specchio d'Italia" stiamo replicando la distribuzione di questi pacchi alimentari in sei regioni e venti città: entro settembre avremo regalato oltre 17 mila spese. Abbiamo offerto a 250 scuole risorse concrete per sanificare gli ambienti; per favorire la didattica a distanza abbiamo comprato 1000 tablet con sim e connessione Internet. Sono stati assegnati agli alunni più indigenti. Per le piccole imprese piemontesi abbiamo stanziato 330 sussidi, grazie a due bandi e a un impegno economico di oltre 1,4 milioni di euro. Un terzo bando è ora in corso a Sassari, dove accompagneremo la rinascita di 100 micro-aziende con un contributo da 3 mila euro ciascuna. Raccontiamo ogni iniziativa giorno per giorno sulle pagine de “La Stampa”, sul nostro sito web, sui profili Facebook e Instagram della fondazione.